Taralli Napoletani

Avete presente quelle giornate uggiose, quando non si ha molto da fare … e la voglia di uscire è pari a 0? Tipicamente capita di domenica…
Quelle giornate in cui “Me ne starei tutto il giorno sotto al piumone” perché fuori piove e fa freddo.
In genere, queste giornate capitano d’inverno … di certo non in Primavera!! Come, invece, sta succedendo quest’anno. Sembra proprio che il sole faccia i capricci … sopratutto durante il week end!
E’ proprio in queste giornate che in me cresce la voglia di “mettere le mani in pasta”, prendere farina ed acqua e impastare! Sporcarmi le mani, sentire il calore del lievito che fa crescere la pasta e, magicamente, da pochi ingredienti veder nascere qualcosa di buono:)
Così domenica ho deciso di fare i Taralli Napoletani. Se amate i sapori decisi, questi taralli molto, molto pepati faranno al caso vostro!

20130520-215401.jpg

TARALLI NAPOLETANI “SUGNA E PEPE”
(per circa 12 taralli)

Cosa vi serve:
400 gr di farina 00
120 gr di strutto
100 ml di acqua
20 gr di lievito di birra
2 cucchiaini di sale
3 cucchiaini di pepe macinato
120 gr di mandorle (con la pelle)

Cosa dovete fare:
Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida.
Tritate bene 80 gr di mandorle, il resto vi serviranno intere.
Mescolate la farina con sale, pepe e le mandorle tritate. Disponete la miscela ottenuta, a fontana, su una spianatoia. Versate al centro l’acqua con il lievito ed iniziate ad impastare. Incorporate pian piano tutto lo strutto.
Impastate finché lo strutto non si sarà completamente sciolto. Dovrete ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Formate una palla e mettetela a riposare in una ciotola (coperta con della pellicola), in un posto caldo, per circa 1 ora.
Dopodiché dividete l’impasto in pezzetti e formate con le mani dei cordoncini lunghi circa 20 cm con diametro circa 5 mm. Attorcigliate i cordoncini ottenuti, due alla volta, a spirale e richiudeteli alle estremità, formando così il tarallo. Inserite in ogni tarallo le mandorle intere (due o tre per tarallo).
Posizionate i taralli su una teglia rivestita di carta forno, ben distanziati tra loro.
Lasciate lievitare i taralli, coperti e al caldo, per un’altra ora.

Infornate a 160 °C per 30 minuti + 5 minuti di grill (finché non sono ben dorati).

Annunci

10 thoughts on “Taralli Napoletani

  1. Buoniiii!
    Ma tu lo strutto lo trovi da noi? Io lo trovo solo nel banco frigo di Cesena, qui a Milano faccio fatica!
    Ora ti aggiungo alla mia lista dei preferiti di blog di cucina, ne seguo un sacco ma di pochi poi eseguo le ricette. Le tue mi piacciono!!!

    Carmen

    • Che bello!! Grazie:)
      Comunque lo strutto io lo prendo all’Esselunga. Nel banco frigo, accanto al burro.
      Se hai voglia di mandarmi qualche ricetta da provare, scrivimi pure nella mail che trovi nei contatti;)
      Ciao!

  2. Brava Gina, molto intraprendente, complimenti soprattutto perché vedo un sacco di ricette dolci…….tutte da provare. Continua così

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...