Bucatini chiAmano Amatriciana

Oggi a pranzo un panino veloce … “e ora non ci vedo più dalla fame!!!”….ahahaha no non volevo dire questo…ma è il potere della pubblicità!!!
In realtà avrei voluto dire che al posto di questo panino avrei voluto divorare il piatto di Amatriciana che vi propongo oggi!!! È un piatto classico e la maggior parte di voi lo sapranno già fare!
Ma sapete quanti stranieri guardano il blog?? Tantissimi ogni giorno, da ogni parte del mondo!!!
Così, questa ricetta è anche per loro, per far scoprire le delizie italiane, la goduria del bucatino all’Amatriciana!!!!
Buon week end mondo;)

20140509-080748.jpg

BUCATINI ALL’AMATRICIANA
(Per 2 persone)

Cosa vi serve:
200 gr di bucatini
150 gr di guanciale
25 ml di vino bianco
200 gr circa di pomodorini
Sale, olio, peperoncino
Pecorino grattugiato

Cosa dovete fare:
Tagliate a listarelle il guanciale e mettetelo a cuocere in una padella con un filo di olio. Aggiungete il peperoncino e appena il guanciale sarà cotto (la parte grassa diventerà trasparente) sfumate con il vino bianco. Fatelo evaporare bene e poi mettete da parte il guanciale.
Intanto nella pentola dove bolle l’acqua per la pasta fate scottare per un minuti i pomodorini. Toglieteli dall’acqua e metteteli in acqua fredda. Togliete la pelle, tagliateli a pezzetti e metteteli a cuocere nella padella dove c’era il guanciale, nello stesso sughetto.
Nel frattempo mettete a cuocere anche i bucatini.
Salate (poco, perché il guanciale è saporito) il sugo di pomodoro e verso fine cottura aggiungete il guanciale.
Quando anche la pasta sarà cotta versatela nella padella con il sugo è fate cuocere assieme per qualche secondo.
Servite con il pecorino grattugiato.

Prometti … un dolce al mese!

Buon lunedì!!! E’ finita la pacchia … dopo 4 giorni di vacanza si torna in ufficio. Dopo un susseguirsi di Feste e ponti – che così belli non capiteranno più per anni -, ricomincia la routine. Riprendono a pieno tutte … Continua a leggere

La ricetta segreta della felicità … la prima!

….ma cosa pensavate??!! Che vi dessi davvero la Ricetta per la Felicità??!! Magari esistesse davvero!! Anche se nel realizzare i dolci io trovo lo stesso una bella dose di felicità:) Si tratta del titolo di un libro che qualche mese … Continua a leggere

CHICKEN BURGER

…ovvero … come rendere fantastica una triste fettina di pollo!! Il vostro palato ringrazierà … pollo croccante, zucchine crude fresche al posto della classica lattuga e un formaggio stagionato che “tira” su il tutto!! Provatelo e poi mi farete sapere;) … Continua a leggere

Facciamo fuori le ultime mele prima dell’arrivo della frutta buona:)

Ci siamo quasi, tra poche settimane il mio cesto della frutta non sarà più invaso da mele, arance e mandarini … ma fragole, nespole, ciliegie e poi sempre meglio con albicocche e pesche! Si perchè io e la frutta invernale non andiamo proprio d’accordo!!!

Così ecco una ricetta dolce per utilizzare le ultime mele (anche se poi si usano tutto l’anno!): un crumble di mele, arricchiti da croccanti nocciole.

20140410-124603.jpg

CRUMBLE DI MELE E NOCCIOLE

Cosa vi serve:
300 gr di farina 0 manitoba
100 gr di zucchero bianco
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito
100 gr di burro + 1 noce di burro
1 uovo
2 mele (io ho usato 1 mela golden e 1 granny smith)
50 gr di uvetta
50 gr di pinoli
50 gr di nocciole già sgusciate
1/2 limone
3 cucchiai di zucchero di canna

 

Cosa dovete fare:
Per la farcia:
Lavate e sbucciate le mele. Tagliatele a fettine piuttosto sottili. Fate sciogliere la noce di burro in una padella e aggiungete le mele e l’uvetta. Unite il succo del limone e i 3 cucchiai di zucchero di canna. Fate cuocere per qualche minuto, intanto che preparate il crumble.

Per il crumble:
Fondete il burro e lasciatelo intiepidire. Intanto mettete in una ciotola: farina, zucchero bianco, sale, lievito e vanillina.
Con le mani impastate creando delle briciole  e aggiungete il burro e l’uovo (quindi non dovrà essere compatto come una pasta frolla).

In un’altra padellina mettete a tostare i pinoli per pochi minuti (attenzione a non bruciarli!).
Dopo circa 5-8 minuti spegnete il fuoco delle mele e aggiungete i pinoli tostati.

Componete il vostro crumble: rivestite la base della tortiera (precedentemente imburrata e infarinata leggermente) con circa 2/3 delle briciole, schiacciondole bene con le mani o con un bicchiere. Versate le mele, distribuendole bene, e poi ricoprite con le briciole rimaste.
Tritate le nocciole grossolanamente con un coltello e distribuitele sopra il vostro crumble.

Fate cuocere nel forno preriscaldato a 180 °C per 35 minuti.

Diamo il via alla settimana milanese più bella

Inizia oggi uno degli eventi dell’anno che più preferisco a Milano: il Salone del Mobile …. O meglio … il Fuori Salone!!!

La città viene invasa da eventi di design e architettura e questo ha influenzato anche il mondo del food.

Infatti, moltissimi eventi tra quelli programmati ha per oggetto il cibo e ci saranno diversi chef noti che parteciperanno agli show cooking.

Se vi va di sapere cosa offre la città da oggi fino a domenica 13 aprile, ecco il link al sito del Fuori Salone:

http://fuorisalone.it/2014/

Se non ci siete mai stati vi consiglio davvero di fare un giro a Milano, vi piacerà!

Come vi piacerà la ricettina di oggi:) … Un primo: buono, dai sapori delicati e, secondo me, anche bello! Ve lo consiglio per una cena con ospiti.

Buon appetito!!

20140408-123936.jpg

GNOCCHI CON CREMA DI ZUCCHINE E ZAFFERANO
(per 2-3 persone)

Cosa vi serve:
500 gr di gnocchi
2 zucchine
1 bustina di zafferano
2-3 spicchi di aglio
Sale, olio, pepe
Formaggio grattugiato  (io ho usato il Grana Padano)

Cosa dovete fare:
Lavate le zucchine e dividetele a metà per il lungo e poi tagliatele a fettine, per il lato corto, per ottenere dei “semicerchi”.
In un wok mettete dell’olio e 1-2 spicchi d’aglio e fate soffriggere bene. Aggiungete le zucchine, salatele e fatele cuocere a fiamma alta.

Intanto mettete l’acqua per gli gnocchi a bollire con il sale.

Quando le zucchine avranno raggiunto la cottura da voi desiderata (per esempio a me non piacciono troppo molli…) prelevatene circa 1/3 e mettetele da parte.  Fate sciogliere lo zafferano in una tazzina di acqua calda di cottura. Versate nella ciotola del mixer ad immersione le zucchine che avete lasciato nella padella e l’acqua con lo zafferano; aggiungete lo spicchio di aglio che avevate tenuto da parte e frullate tutto fino ad ottenere una crema.

Fate cuocere gli gnocchi nell’acqua bollente. Quando saranno cotti scolateli con una schiumarola direttamente nel wok, aggiungete la crema e fate saltare a fiamma alta per qualche minuto.

Servite nei piatti con le zucchine intere che avevate tenuto da parte, abbondante formaggio grattugiato  e pepe come se piovesse (come direbbe Riccardo Rossi!). Un filo d’olio a crudo e …. Buon appetito!

Un cannolo siciliano in una cheesecake

  Buongiorno mondo!

Ma quanto è bello oggi?!!! E’ un giovedì che ha il sapore del Venerdì!!!!

E dato che ci aspettano 3 giorni di vacanza, per chi non va via, ecco una ricettina che vi farà davvero leccare i baffi!!!

Prendete un cannolo siciliano, con la sua ricotta fresca, la granella di pistacchi da un lato e il cioccolato dall’altro … ecco … ora prendete una cheesecake! Si, avete capito bene … proprio una cheese cake!!!

Ho pensato di travestire una cheesecake da cannolo siciliano!!! Quindi, voi amanti di questi due dolci non potrete resistere a questo dolce.

La prima volta che l’ho fatta, essendo una cheese cake non cotta, era inverno e l’ho fatta senza colla di pesce. Ma va mangiata subito, appena la tirate fuori dal frigo, altrimenti dopo poco tempo al crema inizierà ad ammollarsi. Quindi, per evitare che ciò accada, meglio mettere la colla di pesce all’interno che la aiuterà a solidificarsi bene.

Ecco la ricetta!

20140403-083048.jpg

CHEESE CAKE SICILIANA
(per una cheese cake di circa 25 cm di diametro)

Cosa vi serve:
150 gr di cannoli siciliani
100 gr di pistacchi tritati
40 gr di burro
1 cucchiaino di miele
200 gr di ricotta
80 gr di Philadelphia
80 gr di mascarpone
100 gr di panna fresca
100 gr di zucchero
60 gr di cioccolato fondente tritato
Circa 6 gr di colla di pesce

Cosa dovete fare:
Per la base: Tritate in un mixer i cannoli assieme a 40 gr di pistacchi. Intanto fate sciogliere il burro e, appena sarà fuso, unitelo al trito di cannoli e pistacchi. Aggiungete il cucchiaino di miele e mescolate bene. Imburrate la teglia e versate il composto per la base, premendolo bene con le mani o con il fondo di un bicchiere.

Per la farcia: Mettete la colla di pesce in ammollo nell’acqua fredda. Intanto mescolate assieme la ricotta, il Philadelphia e il mascarpone. Fate scaldare 2 cucchiai di panna e scoglieteci dentro la colla di pesce, precedentemente ben strizzata con le mani. Unite la colla di pesce al composto.
Fate montare con uno sbattitore elettrico la restante panna con lo zucchero e aggiungetela mescolando delicatamente al resto del composto.
Versate la farcia sulla base e mettete in frigorifero per almeno 5 ore.

Per il top: quando la cheese cake si sarà solidificata. Tritate assieme i 60 gr di pistacchi e il cioccolato e ditribuiteli sulla cheese cake.

Servite!

20140403-083104.jpg

Plumcake svuota frigo

Ultimamente, a colazione, desidero sempre una fetta di plumcake. Mi sono resa conto che vado a periodi. Ci sono persone che fanno la stessa colazione da anni, da una vita! Come mia zia, che mangia da più di 20 anni la solita Nastrina della Mulino Bianco, ogni mattina … sono quelle certezze della vita, quei punti fissi che uno fa fatica a mollare.
A me, invece, piace cambiare – almeno a colazione;) – : ho il periodo dei muffin e poi quello dei biscotti, quello del tè caldo e poi quello del latte freddo. Ora è il periodo del plumcake!

L’altro giorno ho aperto il frigo e avevo una ricotta scaduta da un giorno … quale miglior occasione!!! Mi sono illuminata e, come un mago tira fuori oggetti dal suo cilindro, io ho tirato fuori ingredienti da frigo e dispensa:)
Così è nato lui! Buonissimo, morbido e … perfetto per la mia colazione!

PLUMCAKE CIOCCOLATO, PISTACCHI E RICOTTA

Cosa vi serve:
100 gr di ricotta
100 gr di olio di semi
2 uova
200 gr di farina 00
80 gr di zucchero
1 bustina di lievito
45 gr di latte
50 gr circa di cioccolato fondente
50 gr circa di pistacchi sgusciati

Cosa dovete fare:
In una ciotola mescolate la ricotta, l’olio e le uova. Aggiungete lo zucchero e, setacciando, la farina e il lievito. Aggiungete il latte e amalgamate bene fino ad ottenere un composto senza grumi.
Tritate bene il cioccolato e i pistacchi e aggiungetelo al composto, mescolando.
Versate l’impasto nello stampo da plumcake, precedentemente rivestito con carta forno e infornate a 180 °C per 40 minuti.

20140331-224213.jpg

PLUMACAKE GIALLO

… vi dicevo della farina gialla, quella tipo fioretto per la polenta, e di quanto sia buona! Così l’ho immaginata in un plumcake, per la colazione. Vi capita di pensare ai sapori di due ingredienti e riuscire ad immaginare perfettamente il loro accostamento al gusto? Ecco, io ho sognato la farina gialla con le nocciole e nel mia testa avevano un sapore delizioso.

Così ho provato e il risultato mi ha dato ragione!

Nel primo tentativo avevo lasciato le nocciole intere, appoggiate sull’impasto, ma durante la cottura sono finite giù, trascinando anche il centro dell’impasto. Infatti nella foto che vedete c’è un leggero “avvallamento” sulla superficie 🙂  Quindi, ho capito che è decisamente meglio tritarle!!

20140325-080229.jpg

PLUMCAKE GIALLO CON LE NOCCIOLE

Cosa vi serve:
125 gr di yogurt alla nocciola
125 gr di olio di semi
2 uova
80 gr di farina bianca 00
140 gr di farina di mais bramata
1 bustina di lievito
90 gr di zucchero
80 gr circa di nocciole

Cosa dovete fare:
In una ciotola versate gli ingredienti liquidi e mescolateli con una forchetta: yogurt, olio e uova.
Aggiungete le due farine, lo zucchero e il lievito setacciato. Amalgamate bene fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.
Tritate le nocciole grossolanamente ed unitele al composto.
Versate l’impasto nello stampo da plumcake, precedentemente ricoperto con la carta forno e infornate a 180 °C per 40 minuti.

Angel Food Cake … straaa-buooo-naaa!!

Avevo già tentato di farla qualche mese fa, ma con scarsi risultati perchè avevo usato degli albumi congelati che non si sono montati:(

Quindi, la voglia di assaggiare questa famosa torta era al massimo!!

E finalmente ho capito perchè piace tanto! Il procedimento sembra lungo, la quantità spropositata di albumi potrebbe scoraggiarvi e l’aspetto finale non è da Cake Design … ma vi assicuro che questa torta è deliziosa!! Soffice e dolce, si scioglie quasi in bocca. La sua consistenza è unica e il gusto inimitabile!

Assolutamente, fidatevi di me e provatela!!

La ricetta è di Laurel Evans (libro American Bakery), che non delude mai!!

Io ho utilizzato gli albumi pastorizzati in bottiglia, quelli per fare le meringhe. La proporzione è 1 albume = 35-40 gr

20140318-082732.jpg

ANGEL FOOD CAKE

Cosa vi serve:
85 gr di farina 00
300 gr di zucchero
12 albumi a temperatura ambiente (circa 450 gr)
1 cucchaino di cremor tartaro (o bicarbonato di sodio)
Sale
I semi di un bacello di vaniglia
1 cucchiaino e ½ di succo di limone
½ cucchiaino di estratto di mandorle
Zucchero a velo per decorare

Cosa dovete fare:

Vi servirà uno stampo da ciambella con il fondo estraibile e con i bordi belli alti, perché cresce molto in cottura. Se avete lo stampo senza fondo estraibile dovrete ritagliare un disco di carta forno per rivestire il fondo. Se i bordi non sono troppo alti vi consiglio di utilizzare i 2/3 degli ingredienti, altrimenti rischiate l’impasto fuoriesca durante la cottura del dolce.

Detto ciò, partiamo!

Preriscaldate il forno a 160 °C. In una terrina setacciate la farina e metà dello zucchero. In un’altra terrina, con la frusta elettrica, lavorate gli albumi, il cremor tartaro e una presa di sale, per un minuto. Aumentate la velocità e continuate a sbattere per un altro minuto. Proseguite aggiungendo il restante zucchero, un cucchiaio alla volta. Sbattete ancora per qualche minuto finchè gli albumi non saranno montati a neve soda, ma non troppo rigidi e asciutti. Unite i semi di vaniglia, il succo di limone e l’essenza alla mandorla e amalgamate delicatamente. Aggiungete 3 cucchiai del composto di farina e zucchero, incorporandoli delicatamente e facendoli cadere direttamente dal setaccio dentro la ciotola con gli albumi montati, e mescolandoli con una spatola di gomma dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi. Ripetere l’operazione con la restante farina, aggiungendo sempre 3 cucchiai alla volta.

Versate l’impasto nello stampo (senza imburrarlo né infarinarlo). Livellate con la spatola e battete leggermente sul tavolo per fare uscire eventuali bolle d’aria.

Infornate per 50-60 minuti finchè la superficie non sarà dorata. Sfornate e fate raffreddare la torta rovesciando lo stampo e cercando di fissarlo in posizione sospesa (vedi foto), per far girare l’aria intorno alla ciambella.

Fatelo raffreddare in questo modo per circa un’ora. Per sfornare, aiutatevi con la lama di un coltello affilato per staccare l’impasto dal bordo.

Trasferite la Angel Cake su un piatto da portata e spolverizzatela con dello zucchero a velo.

Potete servire con panna montata o frutta fresca.

20140318-082751.jpg